Storia del Quadrifoglio

Negli anni Ottanta, un piccolo gruppo di appassionati, fra cui alcuni attuali tesserati del Quadrifoglio ed il sottoscritto, diedero vita alla prima società sportiva di tennis tavolo di Porto Recanati.

La società riuscì ad aggregare alcuni buoni elementi ed affrontò i primi campionati con alterne fortune: le difficoltà logistiche da affrontare erano però tali che, dopo alcuni anni, la società decise di sospendere l'attività.

La rinascita del Quadrifoglio avvenne nel mese di settembre del 1996: in quel periodo, infatti, Matteo Simonetti e Stefano Palanca ( ora non più frequentante ) "agganciarono" l'attuale decano della società ( il sottoscritto ), e dopo varie insistenze e pressioni, mi indussero ad impegnarmi per la ripresa dell'attività.

Da quel momento fu scelto il nome "Quadrifoglio", con il quale la nuova società partì in cerca di vittorie e fortune sportive. Il nucleo originario aggregò intorno a sè un numero sempre crescente di giovani ( ed anche meno giovani ), risvegliando in loro la passione, mai sopita, del tennis tavolo.

Si partì subito con due squadre che militarono rispettivamente in serie D1 e D2. Passarono diversi anni prima che le due squadre passassero alla serie superiore, la C2, a causa di qualche errore dovuto all'inesperienza come, ad esempio, troppe generose concessioni di rinvii di partite in occasione di assenze di atleti avversari, errori che fecero perdere il treno per una promozione anticipata.

Soltanto una squadra riuscì a salvarsi dal più alto livello di campionato regionale, e finalmente nell'anno 2003/04 arrivò la promozione nella serie superiore, la C1 Nazionale, il punto di massimo splendore raggiunto dalla società: gli artefici di questa impresa furono: Matteo Simonetti, Massimo Svampa, Andrea Sarnari e Ferruccio Giri. Il sogno durò però soltanto un anno, a causa della immediata retrocessione in C2

Nonostante questo, nel 2005/06 una nuova formazione composta da Matteo Simonetti, Massimo Svampa, Andrea Sarnari e Fabrizio Melucci riuscì a riconquistare la Serie C1, anche se, purtroppo, di nuovo, a causa del livello troppo alto presente nel campionato, la squadra fallì l'impresa per la salvezza.

Nei cinque anni successivi la prima squadra si è mantenuta sempre in Serie C2, mentre le altre squadre si sono trovate sempre in bilico tra quest'ultima e la Serie D1: l'annata 2011/12, è stata però la peggiore nella storia della società. La prima squadra è retroceduta dalla C2 e tra le restanti tre squadre militanti in Serie D1, soltanto una è riuscita a scampare alla retrocessione in Serie D2, mentre le altre due si sono dovute arrendere.

Tuttavia nel 2012/13 un nuovo flusso di giovani è riuscito a far rinascere le speranze del Quadrifoglio, portando la prima squadra in Serie C2, e la seconda squadra ha ottenuto dopo aver disputato i Play-Out, la tanto attesa salvezza in Serie D1.

Attualmente vi sono tre squadre nella società, la prima in Serie D1 e le altre in Serie D2.

A tutti un grazie per l'ottimo lavoro ed un augurio di tanta fortuna con il "QUADRIFOGLIO".

Il presidente Leandro Bloise Diana